Come Utilizzare la Carta di Credito Online in Modo Sicuro

Fare acquisti online spesso consente di risparmiare rispetto ai negozi tradizionali ma comporta alcuni rischi, a causa dei quali è meglio mettere in atto alcune accortezze per proteggere i propri dati personali e le proprie risorse economiche.
Generalmente i pagamenti non possono essere effettuati in contrassegno o con bonifico bancario e quindi è necessario utilizzare la carta di credito.
Leggi la guida per usarla in modo sicuro evitando brutte sorprese.

Nonostante si sia ormai abbastanza tutelati dalle società e dagli istituti di credito che emettono le carte e i bancomat, il momento in cui si decide di utilizzare una carta per effettuare un acquisto in rete è quello in cui bisogna essere maggiormente accorti, per evitare truffe e altre spiacevoli sorprese. Ecco quindi cinque, semplici trucchi per incrementare il più possibile la sicurezza di propri dati sensibili e per difendersi da truffe, raggiri e furti di identità.

Controllare periodicamente gli estratti conto
Esaminare con regolarità gli estratti conto della carta di credito, ad esempio attraverso le app che ormai tutte le banche mettono a disposizione dei propri clienti, è il modo migliore per rendersi subito conto di irregolarità come doppi addebiti o spese relative ad acquisti non effettuati da noi, per poterli tempestivamente segnalare chiamando i numero di telefono dedicati. Solitamente, queste questioni si risolvono automaticamente con un rimborso a favore del cliente truffato; nel caso in cui dovessero insorgere problemi, ci sono 30 giorni di tempo per effettuare un ricorso presso l’Arbitro bancario e finanziario.

Effettuare un reclamo in forma scritta
Per ricevere il riaccredito delle somme ingiustamente addebitate, nella maggior parte dei casi è sufficiente presentare un reclamo in forma scritta alla società emittente della carta di credito entro 30 giorni dalla data dell’addebito incriminato. È bene leggere attentamente le informazioni che le società e gli istituti di credito pubblicano sui loro siti web (o in alternativa informarsi presso il servizio clienti) per conoscere le modalità di rimborso o le eventuali franchigie presenti, che variano da carta a carta.

Fare attenzione alle spese sospette
Nessuna banca vi chiederà mai di inviare, via email, sms o in qualsiasi altro modo, i vostri dati di accesso al conto di banking online, quindi nel caso in cui riceviate una comunicazione con questa richiesta, non rispondete. I dati di accesso, infatti, vanno inseriti solo sul sito delle banche o delle società e in un’apposita area protetta, che potete verificare grazie alla presenza dell’icona di un lucchetto nel vostro browser (solitamente in basso a sinistra).

Assicuratevi dell’identità del venditore
Durante un acquisto online, assicuratevi che il sito riporti tutti i dati del venditore; se non volete correre rischi (o se volete correrne meno), effettuate i vostri acquisti prevalentemente e quando possibile da piattaforme “certificate” come eBay o Amazon, che prevedono delle clausole di protezione dell’acquisto.

Cosa fare in caso di clonazione della carta
Innanzitutto, è bene prevenire eventuali rischi legati alla clonazione della carta evitando di lasciarla per troppo tempo in mano a persone che non conoscete, richiedendo che la transazione venga effettuata sotto i vostri occhi. Nel caso in cui la carta dovesse venire comunque clonata, chiamate subito il servizio clienti, segnalate la spesa sospetta e preparatevi al fatto che potrebbero richiedervi la prova che, ad esempio, vi trovavate da un’altra parte rispetto al luogo dove è stato commesso il presunto acquisto a voi attribuito.