Come Funziona il Mutuo Ipotecario

Chi desidera accendere un mutuo deve necessariamente presentare all’istituto creditizio a cui si rivolge per ottenere il finanziamento alcune garanzie, come ad esempio un contratto di lavoro a tempo indeterminato o, in caso di lavoratori indipendenti e liberi professionisti, una dichiarazione dei redditi. Ma questo tipo di garanzia non è comunque sufficiente per ottenere un mutuo e soprattutto la garanzia di pagamento delle rate nel corso degli anni a venire, per questo motivo la banca erogatrice si tutela ipotecando lo stesso immobile per cui viene richiesto il mutuo, che in caso di insolvenza da parte del mutuatario diventa di proprietà della banca e viene poi messo all’asta per recuperare le spese sostenute.

La persona a cui viene concesso il mutuo diviene effettivamente proprietaria della casa per cui ha richiesto il prestito nell’esatto momento in cui il notaio che segue la pratica iscrive la pratica stessa nell’apposito ufficio territoriale della regione in cui si trova la casa. La banca quindi eroga fisicamente la soma richiesta nel momento in cui la pratica viene iscritta al registro e non nel momento in cui avviene la firma del contratto.

La persona che sottoscrive un contratto di mutuo ipotecario ha la facoltà, se vuole, di cambiare l’istituto creditizio a cui sta rimborsando le rate portando il debito in una nuova banca attraverso un’operazione chiamata “Portabilità del mutuo”. Sarà compito della nuova banca risarcire la banca che per prima ha erogato il prestito al mutuatario, diventando quindi creditrice dell’importo rimanente da pagare, e soprattutto diventando intestataria dell’ipoteca sulla casa acquistata con quel mutuo.

Chi accende un mutuo ha la facoltà di estinguere anticipatamente il debito che ha contratto con la banca pagando tutte le rate rimanenti tutte insieme, come ha anche la facoltà di vendere la propria casa con ipoteca a un’altra persona che subentra al posto del precedente proprietario nel pagamento delle rate rimanenti fino alla sua estinzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *