Come Fondare un’Associazione Culturale

Sempre più persone, anche per reagire alla crisi del sistema del mercato lavorativo, decidono di mettersi in proprio e di fondare un’attività. In particolar modo, in questa guida andremo ad approfondire i passi da compiere per fondare un’associazione culturale.

L’articolo 18 della Costituzione disciplina i comportamenti riguardo l’associazionismo. Per realizzare un’organizzazione del genere bisogna in primis essere in almeno tre persone, non avere finalità lucrative, ma invece perseguire scopi sociali, in questo caso culturali che abbiano dei riflessi positivi sul territorio.

Esistono due tipologie di associazioni: formalmente riconosciute e non. Per quanto riguarda le prime, esse per essere costituite necessitano di un contratto di associazione redatto da un notaio, depositato all’Ufficio del Registro: in questo modo l’associazione acquisisce personalità giuridica ed ha un’autonomia patrimoniale distinta. Per dettagli sui costi è possibile vedere questa guida su Tuaimpresa.net.

Se invece vuoi fondare un’associazione non riconosciuta, ti basterà redigere statuto e atto costitutivo, in modo da consegnarla all’Agenzia delle Entrate per ottenere il codice fiscale. Tali documenti vanno poi depositati all’ufficio predisposto, insieme alla duplice copia dei documenti e al codice fiscale. Il costo delle operazioni è di circa 130 euro.